I cani – 2033

Visto che non ho trovato il testo in giro riporto la trascrizione di quello che ne ho capito io.

2033 e ancora qui in piazzetta io e te.
Ti ricordi? Primavera, i My Bloody, Barcellona…
Le ragazze col caschetto un po’ ye-ye.

2033 le volte che rimpiango la pensione
e ancora ‘sto co l’otto dell'”aifone”
mo pure la Tiziana c’ha la svolta del dottore
che ha sposato mollando quel dj.

E scaldo ancora il piatto ma per abitudine
che con quella robba avemo smesso tutti e due
le corse a San Basilio, il freddo in motorino
pe’ zero sette grammi d’allegria.

2033 a Sergio l’han trovato steso in casa
dicevano da tempo esagerava con il whisky
la sorella se sta a venne tutti i dischi.

E un salto lo farei anche solo pe’ sentire che se dice
c’è Cosimo che ancora fa il producer
ma campa co’ l’affitto de la casa de su’ zia
magari avecce li mortacci sua.

E scaldo ancora il piatto ma per abitudine
che con quella robba avemo smesso tutti e due
le notti dentro al letto a fa la cotoletta
non t’addormivi prima delle sei.

2033 modi per sconfiggere la noia
provamo a raccattà un paro de troie
‘na volta ce bastava solo ‘na telefonata
e te trovavi a casa er puttan tour.

2033 ma te dovessi di’ io nun me pento
c’avemo avuto er nostro bel momento
lo IED, le foto zozze con l’amico tuo de Vice
che ancora nun so di’ se è frocio o no.

E scaldo ancora il piatto ma per abitudine
che con quella robba avemo smesso tutti e due
ti ricordi ‘a prima volta che hai comprato dei bitcoin
io te dicevo nun te fa fregà
io te dicevo nun te fa fregà
io te dicevo nun te fa fregà

 

Se notate altri errori fatemi sapere.