Gli hard disk di DNA?

Come qualcuno probabilmente sa, soffro di una profonda dipendenza da youtube. L’altro giorno stavo guardando questo video di TED-Ed riguardo alla possibilità di usare, in futuro, il DNA “come hard-disk”.

bin->dna->disk?

L’idea sembra fantascientifica, ma in realtà ha diversi anni. Sembra che il primo ad aver considerato la cosa sia stato Mikhail Samoilovich Neiman, uno scienziato sovietico, nel 1964–65. Neiman, è uno di quegli scienziati mezzi geni che popolano l’inizio ‘900. Ma dall’idea alla possibilità di metterla in pratica ce ne passa e bisogna aspettare la fine del secolo e un avanzamento della ricerca che permetterà di sequenziare il DNA per avere sviluppi significativi.

Questo non impedisce a Ashish Gehani, Thomas LaBean, and John Rei, del dipartimento di informatica della Duke University , di ragionare, nel 1999, sulla possibilità di usare il DNA a scopi crittografici. Il video di TED cita la cosa di sfuggita, ma per i maniaci l’articolo completo si può leggere qui. Se si pensa che siamo nel 1999 e che la crittografia asimmetrica, sebbene già teorizzata da un po’, era uscita dal segreto militare solo due anni prima, l’idea sembra essere meno strampalata di quanto possa apparire, e supportata da tecnologia già presente all’epoca.

Ad oggi il sequenziamento del DNA è una pratica relativamente comune, tanto che negli Stati Uniti c’è un’azienda privata a cui ci si può rivolgere per far sequenziare alcune parti del proprio genoma. Ma a parte questo, le implicazioni morali, il si stava meglio quando si stava peggio, la prospettiva di poter scambiare e archiviare informazioni su supporto biologico sembra oggi meno remota che mai.

A chi voglia saperne di più consiglio comunque il video linkato sopra.

Infine, ispirato da tutto ciò ho fatto uno stupido programmino che converte un qualsiasi testo in una sequenza di basi azotate. Lo trovate qui.

Ora vi basta trovare un sintetizzatore di oligonucleotidi e siete pronti a disinstallare what’s up e ad inviare i vostri dna-messaggi ai vostri amici.

3 risposte a “Gli hard disk di DNA?

  1. Questa è pornoscienza
    comunque devo aver sbagliato la trascrizione, che mi viene “bravo” e poi lettere a caso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...